Automator #3 – Controllate a distanza chi utilizza il vostro Mac

In questo terzo appuntamento con le guide dedicate ad Automator realizzeremo un’applicazione un po’ più complicata rispetto alle precedenti. Realizzeremo, infatti, un flusso di lavoro che ci permetterà di conoscere chi usa il nostro Mac quando noi non ci siamo, scattando anche delle foto con la webcam integrata. Insomma, un vero e proprio antifurto “fai-da-te”

Il bello di questo programma sarà che potrà essere avviato a distanza, semplicemente inviando una mail con un oggetto predefinito al nostro account di posta. Come risposta otterremo una foto scattata dalla iSight, con cui potremo controllare chi sta utilizzando il nostro Mac.

Buona guida a tutti!

Parte 1: “Automator”

1. Apriamo Automator e selezioniamo la voce “Applicazione”

2. Selezioniamo la voce “Azioni” dalla sinistra e nella barra di ricerca a destra digitiamo “Imposta il volume del computer” e spostiamolo nella parte destra.

Spuntiamo, poi, la voce “Disattivo”, accanto a “Volume di uscita”.

3. Sempre nella barra “Azioni” cerchiamo ora “Cattura istantanea video” e spostiamola anch’essa nel flusso di lavoro, spuntando poi la voce “Scatta foto automaticamente”:

4. Cerchiamo ora “Nuovo messaggio e-mail”, lo spostiamo come sempre nel flusso i lavoro e impostiamo la mail a cui vogliamo che vengano inviate le mail con le foto:

5. Inseriamo, ora, gli elementi “Invia messaggi in uscita” e  “Imposta il volume del computer”, inserendoli entrambi nel flusso della nostra applicazione:

6. Abbiamo concluso questa prima parte. Cliccate su “Esegui” per testare l’applicazione appena creata, (selezionate “Ok” nell’avviso che vi apparirà) e testate l’applicazione.

Se il test è andato a buon fine (e Automator non vi ha dato nessun messaggio di errore) potrete esportare l’applicazione, in modo da poterla poi farla avviare con una certa regolarità. Da Automator selezionate “Archivio -> Registra con nome” per salvare la vostra applicazione.

Potete ora chiudere Automator, ora infatti andremo a creare uno script che avvii l’applicazione in modo automatico.

Parte 2: “AppleScript Editor”

1. Apriamo “AppleScript Editor” e digitiamo la seguente stringa di codice, modificandola a seconda del nome che abbiamo dato in precedenza all’applicazione:

Salvate poi questo piccolissimo script sulla scrivania (“Archivio -> Registra col nome…”).

Parte 3: “Mail”

Ora abbiamo terminato anche con la parte dell’AppleScript. Non ci resta altro che aprire “Mail” e creare una nuova regola.

1. Apriamo l’applicazione “Mail” e andiamo in “Mail ->Preferenze ->Regole ->Aggiungi” e create una nuova regola con i parametri che vedete nello screen di seguito:

2. Salviamo il tutto, abbiamo già finito!

Ora non ci resta che inviare una mail da un qualsiasi dispositivo al nostro indirizzo di posta elettronica, inserendo nell’oggetto la frase: “Vediamo chi usa il mio Mac“.

Automaticamente  verrà avviato lo script che a sua volta lancerà l’applicazione creata con Automator. Verrà quindi scattata una foto e inviata via mail, davvero comodissima!

Per far in modo che questa procedura funzioni correttamente dovremo fare in modo che “Mail” si apra in automatico al login e che controlli la posta con una certa frequenza (es. 5 minuti).

Ecco un video che ho realizzato per farvi capire al meglio come creare questa semplice applicazione:

La guida è stata creata da “Fast” per “Bubi Devs”. La versione originale del tutorial è disponibile a questo indirizzo: “TheAppleLounge“, i meriti quindi relativamente alla versione originale, sono del legittimo autore.

Andrea Busi | @bubidevs

Laureato in Ingegneria Informatica, ho fondato nel 2008 questo piccolo blog, in cui racconto le mie esperienze e i miei pensieri sul mondo dell'informatica. Nella vita mi occupo di sviluppo software, e nel tempo libero continuo a coltivare la mia passione per il mondo iOS.

ommenti a “Automator #3 – Controllate a distanza chi utilizza il vostro Mac

  1. Spinoricky ha detto:

    Oggi al lavoro con questo nuovo tutorial…!

  2. Romeo ha detto:

    Grazie! Bella guida!

  3. Macho01 ha detto:

    Bellissimooooooo 😀

  4. iAndrea ha detto:

    ottimo! sarebbe bello anche ricevere l’immagine per posta appena si rileva del movimento… che voi sappiate si può fare? ho una sorella curiosa hehe 😀

  5. Fast ha detto:

    @iAndrea: ma di fatti facendo così appena viene scattata la foto, essa viene spedita per mail

  6. iAndrea ha detto:

    @Fast: fast, lo so ho fatto e ho visto, io intendevo lasciare sempre aperta la isight, in grado di rilevare del movimento, appena qualcosa si muove davanti allo schermo mi viene inviata via mail…

    così l’immagine va richiesta al mac, bisogna chiedergliela a tutti gli effetti via mail!
    spero che tu abbia capito =)

  7. Fast ha detto:

    @iAndrea: a ok ok, bhè quello si può sicuramente fare, ma tramite una vera e propria applicazione creata con xcode, con automator non credo sia fattibile
    se vuoi puoi lasciare photo booth sempre aperto con la finestra abbassata, oppure la normale pass di accesso per non far usare il tuo mac a tua sorella 😉

  8. luca ha detto:

    non è possibile invece che richiedere manualmente via mail il controllo, fissare magari attraverso ical nel flusso di automator una fascia oraria in cui controllare a intervalli prefissati ? mi spiego meglio…. io durante il giorno non ci sono e sono al lavoro. sarebbe interessante dire ad automator… controlla dal lunedi al venerdi dalle 8.00 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 19.00 ogni x minuti che possono essere 10 20 o 30 ma in modo automatico. in questo modo io non ho lo sbatti di dover chiedere il controllo attraverso mail manualmente visto anche che il mac acceso è sempre e comunque un’incognita e la maggior parte delle volte se non sempre, dovrebbe essere spento. qualcuno sa come modificare e integrare quello che voglio fare io? magari lasciando questo flusso cosi com’è ma aggiungendo quello che dico

  9. morfeodm ha detto:

    ho provato lo script….non so se ho sbagliato qualcosa…ma a me l immagine per posta nn arriva..ho solo delle istantanee salvate sul desktop…sinceramente poi non capisco come lo script capisca che le immagini vanno allegate all email…grazie in anticipo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*