iPhone 4, le mie impressioni

Martedi ho ricevuto il mio iPhone 4 tanto atteso (grazie a Cristian che si è fatto la nottata al Day One :P). L’ho subito testato a fondo, e in questo articolo troverete le mie impressioni dopo qualche giorno di utilizzo.

Ovviamente il giudizio generale è più che ottimo, anche se non si tratta ancora del cellulare perfetto.. Ma per questo c’è tempo 😉

Vi lascio alle mi impressioni.. fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti!

Design

Il design dell’iPhone 4 è davvero spettacolare: perfetto in ogni suo particolare (ma questo è scontato con Apple), sottile e robusto. A prima vista potrà sembrare quasi di cristallo, con tutto il vetro che lo compone. Però ci si rende subito conto che i materiali sono stati scelti con cura e il vetro utilizzato è molto resistente. Ovviamente se la mattina andate in cantiere a lavorare, forse vi conviene prendervi un cellulare “muletto”, perchè l’iPhone 4 è si resistente, ma anche lui si rompe se preso a martellate.

L’unico mio dubbio rimane sulla parte posteriore, in particolare sulla lente della fotocamera. È sempre a contatto con la superficie su cui viene appoggiato il telefono, quindi una cover (o anche solo una pellicola protettiva) sembra quasi obbligata, prima i ritrovarsi con un piccolo graffietto che vi segnerebbe tutte le vostre foto.

Retina Display

Appena accendete e configurate il vostro nuovo iPhone 4 resterete subito sbalorditi da questo nuovo display. Una definizione eccezionale, quando vi dicono che i pixel non si vedono, è perchè non si vedono, non ci sono storie. Tutto sembra nitido, ben definito. Il bianco è pulito, i caratteri sono di una nitidezza incredibile. Le foto mostrano tutti i loro particolari e i giochi (quelli predisposti per il Retina Display) sono davvero fantastici.

Purtroppo nessuna foto e nessun  video rende bene l’idea, dovete vedere lo schermo dal vivo per rendervi conto della sua qualità.

Forse uno dei motivi migliori per passare a questo nuovo device.

Antennagate e Death Grip


Parlare dei problemi dell’antenna mi sembra quasi superfluo, ormai pure mia nonna sa che l’iPhone ha qualche problema con le antenne.

È sbagliato minimizzare e dire che il problema non c’è: il problema esiste, e in alcuni casi si manifesta anche molto bene. A casa mia il segnale non è forte, la copertura 3G non c’è. In alcune zone della casa ho due tacche di segnale: mi basta appoggiare un dito sulla tanto famosa “zona X” per far cadere il segnale e vedere un bel “Nessun servizio”. Non facciamo, però, falsi allarmismi. Il problema, come appena detto, si manifesta in zone dove il segnale è già debole di suo. Se passo in copertura 3G il problema è davvero ridicolo, se non assente.

La tanto temuta Death Grip, quindi, esiste si, ma non influisce sul normale utilizzo del dispositivo. Per far cadere il segnale dovete applicare la tanto famosa “death grip”. Vi sfido, però, a far una telefonata tenendo la mano come serve per far cadere il segnale.. forse prima di cadere il segnale vi cade il telefono 😛

Ho subito ordinato, comunque, il bumper offerto (se così si può dire visto il prezzo del telefono) da Apple, con quello sicuramente il fenomeno del death grip scomparirà del tutto, meglio ancora.

Connettività

Su questo aspetto davvero nulla da dire. La ricezione del segnale telefonico è ottima (non noto differenze con il mio Nokia N95, che sotto questo punto di vista è quasi imbattibile), così come la connettività WiFi. Gli aggiornamenti della baseband si notano, soprattutto da chi, come me, viene da un iPod Touch di 1° generazione, non c’è proprio paragone nel caricamento delle pagine web in WiFi.

Ovviamente quello che manca è sempre il bluetooth. È vero, ormai è una tecnologia superata, è limitata per molti aspetti. Però se voglio passare una foto a qualcuno che non ha un cellulare iper-tecnologico come il mio come faccio?

Multitasking

Dopo un’ora di utilizzo intenso del vostro telefono vi chiederete “Come ho fatto a vivere fino ad ora senza multitasking?”. A parte l’esagerazione, questa novità di iOS 4 (disponibile anche per i possessori del 3GS) è davvero molto comoda e gradita. Poter passare da Twitter a We Rule in due semplici tocchi è davvero molto comodo e, per chi lavora, può essere anche molto importante.

Come ben tutti saprete, non si tratta di un vero e proprio multitasking, infatti generalmente le applicazioni vengono messe in attesa, salvando i dati che servono per riattivarla in un secondo momento. C’è chi critica questa cosa, dicendo che ci vendono questa cosa come multitasking. Io mi chiedo, è davvero necessario un vero e proprio multitasking? Io penso che le cose debbano essere adattate a seconda del dispositivo su cui si lavora. Su un comune computer un sistema del genere non avrebbe senso, ma su un cellulare, su cui non possiamo eseguire più di una cosa contemporaneamente, mi sembra una soluzione molto buona e valida.

Ovviamente il tutto può ancora essere migliorato, ma di questo se ne occuperà Apple con i prossimi aggiornamenti. Per ora c’è un’ottima base, che può solamente essere migliorata e potenziata. La strada, comunque, è quella giusta..

Fotocamera e video

La nuova fotocamera da 5 MPixel garantisce foto di qualità. Anche la videocamera non è niente male, inoltre la funziona di “tap to focus” è davvero comoda e funziona molto bene, permette di mettere a fuoco ciò che si vuole. Il flash, inoltre, garantisce buone fotografie anche in assenza di luce, davvero una funzionalità che serviva e che Apple non poteva ancora rimandare.

Di seguito trovate tre video per testare la qualità in diverse situazioni di utilizzo:

Conclusioni

Quelli che vi ho appena descritto sono solo alcuni delle migliorie di questo nuovo iPhone. La batteria, per esempio, merita un po’ di attenzione, in quanto permette di arrivare a fine giornata senza nessun problema. In una giornata di utilizzi intenso (circa 70 sms inviati, mezz’ora di telefonate, un’oretta tra giochi e svaghi vari, 3G e Twitter sempre attivi) sono arrivato a sera con ancora della carica disponibile, quindi le performance di questa nuova batteria sono davvero notevoli.

Il nuovo processore A4 garantisce velocità e performance ottimali in qualsiasi applicazione, mentre i 512 MByte di RAM garantiscono memoria a sufficienza per eseguire tutte le applicazioni che volete.

In definitiva, il nuovo dispositivo di Apple è davvero un terminale (quasi) perfetto. Le caratteristiche e la tecnologia sono senza dubbio le migliori disponibili. Due soli sono i punti a sfavore: i problemi (seppur minimi) dell’antenna, e il prezzo. Ecco, il prezzo.. 659 € per un cellulare (nella versione da 16 GByte) forse sono davvero troppi, 599€ sarebbe stato il prezzo giusto. Ma che ci vogliamo fare, è Apple 😛

Andrea Busi | @bubidevs

Laureato in Ingegneria Informatica, ho fondato nel 2008 questo piccolo blog, in cui racconto le mie esperienze e i miei pensieri sul mondo dell'informatica. Nella vita mi occupo di sviluppo software, e nel tempo libero continuo a coltivare la mia passione per il mondo iOS.

ommenti a “iPhone 4, le mie impressioni

  1. Ragazzetto ha detto:

    Bella recensione Andrea !
    Mi viene sempre + voglia ;-P

  2. pao ha detto:

    “Ma che ci vogliamo fare, è Apple ” ..appunto..

  3. ignazioc ha detto:

    Al momento ho preso un nexus one per lavoro e ho notati che è difficile spiegare la differenza abissale nell’ utilizzo di questi due Cell. Dico solo che ogni giorno almeno 10 volte mi viene voglia di buttarlo. Proprio ora ho dovuto killare il browser perché non andava.
    insomma…androidi sta ad iOS come vista sta a osx 🙂
    Per la pellicola…io ho preso la brutta abitudine di tenere ipod touch e chiavi nella stessa tasca della borsa e lo schermo è ancora immacolato…secondo me è fatto di adamantio 🙂

  4. Riccardo Danzo ha detto:

    Complimenti per il tuo primo iPhone (e anche il migliore)!

  5. iCiccio ha detto:

    Bella Andrea, grazie di questa bella recensione, mi trovi concorde in molti aspetti del tuo scritto, io ne sono entusiasta! Ci a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*