Belkin WeMo: un tocco di domotica “fai-da-te”

Un paio di mesi fa mi è stato regalato il Belkin WeMo. Si tratta, per chi non lo conoscesse, di un dispositivo che permette di controllare una presa elettrica direttamente dal proprio smartphone, permettendo quindi di creare una “domotica fai-da-te”.

Belkin WeMo

Il dispositivo permette, dopo una fase di configurazione iniziale, di essere comandato dal proprio smartphone (c’è un’applicazione apposita per iOS e penso anche per Android), attivando o disattivando la presa presente nel WeMo. In questo modo potremo, ad esempio, comandare un dispositivo che è connesso al WeMo stesso, accendendolo o spegnendolo anche da remoto.

Nella pagina ufficiale trovate tutte le informazioni, con video e immagini che vi illustrano il funzionamento esatto del WeMo. In questo articolo, invece, voglio condividere le mie esperienze e i problemi (purtroppo) che ho avuto con il dispositivio stesso.

Qualche problema…

La configurazione iniziale avviene direttamente dal proprio smartphone. È sufficiente collegare il WeMo ad una presa elettrica e scaricare l’applicazione (nel mio caso la versione per iOS). Verrà proposta una procedura guidata, che permetterà di configurare il WeMo per connettersi correttamente alla propria rete.

WeMo app for iOS

Fin qui tutto bene, la procedura è semplice e funziona senza problemi. I guai, nel mio caso, sono arrivati dopo. Una volta sconnesso il WeMo dalla presa elettrica e collegato nuovamente, il dispositivo non voleva più saperne di connettersi alla rete wifi. Rimaneva in uno stato di “ricerca”, da cui non usciva in alcun modo.

Ho provato mille disperati tentativi: reset del dispositivo, reinstallazione dell’applicazione, cambio di posizione all’interno dell’abitazione ma nulla sembrava dare buon esito.

Disperato (e abbastanza scocciato) ho chiesto aiuto sia al supporto tecnico che sul forum ufficiale, dove ho trovato altra gente con il mio stesso problema. Oltre le classiche domande banali il supporto tecnico non mi è stato di alcun aiuto, seppur abbia risposto con una certa tempestività. La soluzione, però, è arrivata da un utente del forum, che aveva lo stesso problema:

Belkin WeMo forum

È “bastato” cambiare la chiave della rete wifi (riducendo la lunghezza a 20 caratteri) per permettere al WeMo di funzionare correttamente! Non capisco quale possa essere il motivo, però la soluzione ha funzionato e finalmente sono riuscito ad utilizzare il dispositivo senza alcun problema!

Integrazione con IFTTT

Oltre alla possibilità di controllare remotamente il WeMo (ovvero anche senza essere sotto la stessa rete), è possibile collegare il dispositivo a IFTTT (IF This Then That), un noto servizio online che permette di creare azioni legate a particolari eventi legati a servizi web (ad esempio, inviare una mail ogni volta che si carica una foto su Facebook).

IFTTT

Vi consiglio, se non conoscete il servizio, di leggere questo ottimo articolo di Ridble, in cui viene spiegato nel dettaglio questo servizio.

L’integrazioen funziona alla perfezione, il WeMo viene attivato e/o disattivato correttamente in base alle ricette che avete impostato all’interno del servizio. Questa è sicuramente la caratteristica più interessante di questo servizio, in quanto permette di creare procedure automatiche anche complesse, legando la loro esecuzione ad altri servizi web che magari utilizziamo con frequenza (ad esempio Twitter, Dropbox, Mail, etc).

Per quanto mi riguarda sto ancora ultimando la configurazione delle mie azioni, però ho creato una ricetta (link) che accende il WeMo quando carico un file in una determinata cartella di Dropbox:

IFTTT recipe

In questo modo il WeMo si accende, accendendo anche il Raspberry collegato ad esso. Un piccolo script presente sul Raspberry, poi, andrà a caricare il file in questione e lo elaborerà in base a delle mie esigenze specifiche.

Questo è solo un piccolo esempio delle potenzialità dell’accoppiata WeMo – IFTTT, che permette utilizzi davvero pazzeschi se sfruttati a dovere, impensabili fino a poco tempo fa.

Conclusioni

Il Belkin WeMo è sicuramente un prodotto valido e interessante, destinato ad un pubblico abbastanza “geek”. Probabilmente senza l’integrazione con IFTTT perderebbe molto del suo potenziale, ma la possibilità di comandare una presa elettrica remotamente è comunque una caratteristica che potrebbe essere utile davvero a tante persone.

La qualità del dispositiva è molto buona, forse l’ingrombro del WeMo non è minimo, chissà che nelle prossime versioni non lo rendano un po’ meno ingombrante.

L’unica pecca è, come vi ho raccontato in precedenza, il problema di connessione che ho avuto. Sicuramente sono stato sfortunato, molta gente non ha mai avuto problemi, anche se nel forum sono presenti diverse problematiche che il team di Belkin dovrà cercare di risolvere quanto prima.

Se vi piace “giocare” con queste tecnologie, però, il Belkin WeMo puà sicuramente essere un dispositivo da non farsi scappare.

 

 

Andrea Busi | @bubidevs

Laureato in Ingegneria Informatica, ho fondato nel 2008 questo piccolo blog, in cui racconto le mie esperienze e i miei pensieri sul mondo dell'informatica. Nella vita mi occupo di sviluppo software, e nel tempo libero continuo a coltivare la mia passione per il mondo iOS.

ommenti a “Belkin WeMo: un tocco di domotica “fai-da-te”

  1. margherita ha detto:

    Ciao,
    devi pero’ usare due adattatori o sbaglio?? Lo standard di presa mi sembra sia inglese da fotografia…

    1. Andrea Busi ha detto:

      Ciao, no assolutamente. Il modello venduto in Italia ha la classica presa Schuko (quella tonda a due per capirci).
      La foto che ho inserito nell’articolo l’ho presa dal sito ufficiale, magari crea un po’ di confusione, ma non viene venduto così in Italia 🙂

  2. ita509 ha detto:

    Io ho avuto lo stesso problema, ho cambiato la password riducendo il numero di caratteri, ed ha funzionato per una sera. Al mattino la connessione risultava nuovamente non presente. idee? grazie

    1. Andrea Busi ha detto:

      Potrebbe essere dovuta sempre allo stesso problema, oppure semplicemente il servizio remoto non funzionava (a me la scorsa settimana non è praticamente mai andato)..

  3. giuseppe ha detto:

    Dove sbaglio? Ho installato Wemo (versione senza sensore) nell’area servita da un ripetitore wireless (range extendere tp-link) e funziona benissimo, ma se accedo all’area servita dall’access point principale (ruoter gateway) o da internet non riesco a vedere più Wemo…Per caso dev’essere necessariamente connesso all’AP principale (il router) e non sui ripetitori? Grazie

    1. Andrea Busi ha detto:

      Ciao, non ho mai provato una configurazione come la tua, quindi non so bene come va gestita. Senza dubbio il fatto di avere il WeMo non connesso direttamente al router principale potrebbe creare un problema.
      L’unico consiglio che posso darti è di fare una prova collegandolo sotto tale router, per vedere se riesci poi a gestirlo anche da Internet. Assicurati, inoltre, che le porte necessarie per la comunicazione esterna non siano bloccate (le trovi da qualche parte nel sito della Belkin mi pare).
      Prova e fammi sapere 🙂

  4. marco ha detto:

    io ne ho gia’ comprati 3 ma nessuno funziona correttamente.
    Eseguo la configurazione inziale molto semplice dallo smartphone android ma dal momento in cui tanto di dare comandi al wemo,si disattiva il wifi e non riesco piu’ a vederlo da nessun apparecchio che sia smartphone o notebook.
    Ovviamente dall’assistenza ne prendono atto e domani mi invieranno il 4° wemo in sostituzione sperando che sia l’ultimo.
    Una curiosita’ che pero’ continua ad affliggermi,e’ come avviene la procedura di scambio dati dal mio smartphone al wemo quando sono fuori casa che e’ proprio li dove mi serve.
    Qualcuno ne ha idea?

    1. Andrea Busi ha detto:

      Ciao! Purtroppo hai avuto problemi simili ai miei, io da un po’ riesco ad utilizzarlo correttamente (proprio dopo aver cambiato la chiave del WiFi).
      Un consiglio che ti posso dare è di utilizzare il forum ufficiale di supporto, ultimamente sembrano molto attivi a rispondere alle segnalazioni, forse si sono accorti che troppa gente sta avendo problemi.
      Per quanto riguarda l’utilizzo del WeMo da remoto tutta la comunicazione avviene tramite loro server (che rimangono nascosti comunque), purtroppo più di così non saprei dirti..
      Fammi sapere se hai novità 🙂

  5. Marcof ha detto:

    Ciao io vorrei prendere questa presa per collegarla ad una macchina del caffè che si deve scaldare minimo 40 minuti prima di poterla usare.
    Ho visto che la presa si può programmare, oltre che attivare da apposita app.
    Ma se cade la connessione internet a casa, la presa lavora ancora con il programma impostato o la programmazione è salvata nei loro server e quindi è indispensabile la connessione?

    Grazie
    ciao

    Marcof

    1. Andrea Busi ha detto:

      Ciao, bella domanda! 😀
      Non ho mai provato ad impostare un timer dall’applicazione e vedere cosa succede. Potrei dirti che secondo me il timer viene salvato direttamente nel WeMo, altrimenti potrebbe avere poco senso. Però ti ripeto, è solo una mia idea.
      Appena riesco faccio delle prove e ti dico 🙂

      1. Marcof ha detto:

        Grazie molto gentile.

  6. Fabio ha detto:

    Ciao, mi chiedevo due cose:

    Quando mi trovo sotto la stessa rete, è possibile operare la presa senza connessione internet?

    Da remoto invece, la presa fa affidamento ad un server Belkin o è operabile direttamente in stile NAS?

    Grazie e complimenti per il blog

    1. Andrea Busi ha detto:

      Ciao, quando lo utilizzi da remoto sicuramente si appoggia su dei server Belkin, in quanto non è richiesta nessuna configurazione particolare per esporre il WeMo.
      Quando sei nella stessa rete, invece, non so bene come cominichi. Alla prima configurazione, ovviamente, si interfaccia senza necessità di utilizzare Internet, ma per le volte seguenti non so come si comporti.
      Prova a dare un’occhiata al loro forum, secondo me qualche altro utente ha già postato i tuoi stessi dubbi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*